Moda green per un 2021 più etico ed ecosostenibile

Materiali riciclati, oggetti realizzati con fibre naturali, creazioni artigianali ed etiche. La moda sostenibile diventa di tendenza sia nei grandi che nei piccoli brand.

Dalle aziende che usano la plastica per creare accessori a quelle che utilizzano solo materiali naturali per la realizzare capi di moda, sono in aumento le attività che abbracciano i nuovi modelli di business eco friendly al fine di preservare e tutelare l’ambiente.

Moda green 2021: dal prodotto artigianale e su misura al vintage

Trovato il capo che ci piace, lo proviamo, ci guardiamo allo specchio e pensiamo: come sto? Mi piaccio con questo abito? Ma non ci soffermiamo mai a domandarci chi ha realizzato quei vestiti.

La moda si può definire sostenibile solo se vi è la trasparenza e la tracciabilità del capo che stiamo indossando. Da chi è stato prodotto? Da dove proviene? È stato fatto in serie o a mano? Questi sono quesiti importanti.

Prodotti artigianali

Un modo per aiutarci a ridurre l’impatto ambientale è scegliere capi duraturi e di buona fattura realizzati con materiali di alta qualità. Poi, se oltre a essere resistenti sono realizzati con materie prime amiche dell’ambiente o con prodotti a emissione pari a zero, il pianeta ci ringrazierà.

Molti marchi stanno puntando sull’artigianalità e sul rispetto della lavorazione delle materie prime. Materiali ecosostenibili e naturali esistono, sono già una realtà: cotone, lana e fibre naturali sono solo degli esempi.
Un altro fattore importante è la sostenibilità dei processi produttivi, così come l’utilizzo di fibre naturali per la realizzazione di oggetti per l’home decor.

Le produzioni artigianali realizzate su misura hanno sempre il loro fascino, anche quando si parla di moda green. Oltre al Made in Italy torna in voga acquistare tessuti dalle terre lontane, direttamente dagli artigiani locali. Molte volte, però, l’acquisto è difficoltoso, soprattutto se non si ha un’attività e se non si compra all’ingrosso.

Stoffe africane di CLOY acquistate dagli artigiani locali

In questo caso ci vengono in aiuto i rivenditori italiani come CLOY, che acquista stoffe africane direttamente dagli artigiani locali senza passare per terze parti, rendendo così trasparente la tracciabilità dei tessuti, sostenendo le produzioni locali e offrendo al cliente un prodotto originale e di alta qualità.

Scopri la nuova collezione primavera-estate di stoffe wax e stoffe shweshwe di CLOY

L'acquisto dei capi di vintage torna di moda ed è una pratica ecosostenibile

Capi vintage

Nella lista delle pratiche sostenibili c’è il vestire vintage: acquistare capi di seconda mano è ecologico e soddisfacente.

La compravendita di capi e accessori usati, poi, diventa una moda di tendenza molto diffusa tra le generazioni più giovani. Ne sono la testimonianza tutte le app che stanno nascendo promuovendo la vendita di vestiti e accessori che non si usano più. Solo perché non soddisfano più il nostro gusto non è detto che non ci sia qualcun altro disposto a indossarlo!

Sostenibilità nel fashion

Rendere la moda sostenibile si può ed è un passo necessario per raggiungere gli obiettivi di sviluppo sostenibile previsti per gli anni avvenire. Ridurre gli sprechi, dare nuova vita agli abiti usati, utilizzare materiali ecosostenibili per la realizzazione di capi personalizzati, sono tutti piccoli passi per garantire a noi e alle prossime generazioni un mondo migliore in cui vivere.

Vuoi realizzare un abito su misura con delle stoffe wax o stoffe shweshwe originali provenienti dall’Africa? Visita lo SHOP di CLOY e scegli il tuo tessuto preferito!

Potrebbe anche interessarti…

Seguici su Instagram @cloy.design e su Facebook

Sii il primo a sapere le novità in casa CLOY

    Menu